Long Island Ice Tea

La storia della nascita del Long Island Ice Tea è senza dubbio controversa: sembra che tutti vogliano prendersi il merito di averlo inventato, da New York al Texas, dal Tennessee a Jones Beach.

Fu forse Chris Bendicksen o forse Robert Butt, baristi professionisti, che inventarono il cocktail quando lavoravano al the Beach Oak Inn di Long Island, New York, alla fine degli anni ’70.

Molto diffusa è, inoltre, la leggenda che vuole il Long Island Ice Tea come il cocktail per eccellenza del proibizionismo americano per la caratteristica di sembrare un Tè, ossia una bevanda analcolica e  perciò legale tra il 1919 e il 1933.

Questo racconto non trova però nessun appiglio ne a documenti storici ne, tantomeno, ad una analisi razionale della situazione! Difficilmente in una retata della polizia le forze dell’ordine avrebbero chiesto scusa a chi stava consumando cocktail all’apparenza analcolici in luoghi, però, dall’ingresso segreto e dai bar stracolmi di bottiglie di alcolici!